Qual è il giusto Make Up da mascherina?

Le mascherine ormai sono all’ordine del giorno. Per far fronte all’emergenza sanitaria data dalla circolazione del Coronavirus è da ormai quasi un anno che dobbiamo convivere con l’idea di uscire di casa indossando una mascherina protettiva.

Le mascherine sono di diverso tipo spaziano da quelle riutilizzabili in tessuto fino a quelle monouso che sicuramente rappresentano la scelta più saggia. 

Ciò che è certo è che la mascherina rappresenta un importante alleato per tutti noi: riduce la possibilità di essere infettati da Covid fino al 70%. 

È quindi fondamentale uscire di casa indossandola e rispettando le normative vigenti.

La mascherina nel settore dell’estetica

Nel nostro settore, quello estetico, la mascherina era già presente prima dell’emergenza sanitaria.

Viene infatti impiegata per proteggere un’onicotecnica professionista dalle polveri sottili e dalle emanazioni dei solventi che i prodotti utilizzati per lavorare rilasciano.

Un’onicotecnica che lavora più ore al giorno dovrà infatti essere sempre attenta e proteggersi in fasi come quella della limatura in cui, se non si utilizza una mascherina, si rischia di respirare le polveri rilasciate da questo processo che a lungo andare possono essere dannose per l’organismo.

Oggi più che mai la mascherina è diventata obbligatoria e va quindi sempre indossata sul posto di lavoro per garantire la sicurezza delle tecniche e delle clienti.

Purtroppo indossandola per diverse ore è inevitabile che ci siano degli svantaggi.

Mascherina e onicotecnca
Onicotenciche sul posto di lavoro in mascherina

Mascherina e Make Up: gli svantaggi 

In questo periodo infatti molti tipi di Make Up viso hanno una tenuta minore: è quindi facile che il mascara coli o che il fondotinta non regga abbastanza. 

Questo avviene perché respirando all’interno della mascherina si rilascia molto vapore acqueo che va inevitabilmente ad intaccare il trucco applicato sul viso.

Lo stesso avviene per i trattamenti di Laminazione ed Extension Ciglia.

Il vapore acqueo rilasciato andrà a ridurre l’aderenza della colla per ciglia o a compromettere la curvatura realizzata dalla Laminazione.

Quando questi fenomeni si verificano non bisogna quindi attribuire la colpa al prodotto e ritenerlo di bassa qualità. Non è necessariamente così. 

Bisogna capire quale sia il giusto Make Up da adottare sotto la mascherina.

Garantire la sicurezza e la giusta tenuta del Make Up

Extension ciglia ritocco
Ritocco Extension Ciglia più frequente per far fronte ai problemi dati dalla mascherina

Questo tipo di svantaggi sono reali e possono portare a queste conseguenze. 

Quali sono quindi le giuste accortezze da seguire per un Make Up da mascherina?

Quello che mi sento di consigliarti se incorri in una di queste problematiche è di provare ad utilizzare dei trucchi waterproof. Così facendo la tenuta del Make Up sarà maggiore e, utilizzando mascara e fondotinta waterproof, evitare spiacevoli colature.

Per quanto riguarda i trattamenti di Extension e Laminazione ciglia, invece, la soluzione migliore è quella di anticipare i tempi di ritocco e quindi sottoporsi a un nuovo trattamento ogni 3 settimane anziché aspettare le solite 4. 

In questo modo eviterai spiacevoli sorprese e sarai sempre perfetta, anche sotto la mascherina.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Digita il testo e premi il tasto invio per effettuare una ricerca