Ricostruzione unghie Acrilico step by step

Difficoltà Ricostruzione Unghie Acrilico: Alta 

Tempo di applicazione: 120 minuti 

Durata media: 3-4 settimane

Il mestiere dell’Onicotecnica è una vera attività artigianale e per svolgerlo bene sono necessarie competenze teoriche e manuali ma soprattutto tanta esperienza. 

La ricostruzione unghie può avvenire attraverso diverse tecniche e prodotti, in particolare, può essere realizzata in gel, acrilico e acrygel.

Oggi ci dedichiamo alla ricostruzione unghie in acrilico, analizzando step by step le diverse fasi di applicazione del prodotto

Unghie acrilico: pro e contro

Si pensa erroneamente che l’acrilico sia più nocivo per via del suo forte odore. Per tutelare l’estetista e la cliente è sempre bene lavorare con aspiratori adatti in ambienti adeguatamente arieggiati. Se infatti viene utilizzato correttamente, questo trattamento non è nocivo in alcun modo. 

Uno dei vantaggi dell’acrilico è che è una tecnica molto resistente, è inoltre particolarmente indicato per la realizzazione di Nail Art con tecniche avanzate come il 3D, insomma ci si può davvero sbizzarrire con la fantasia!

Tuttavia, è un trattamento che si polimerizza all’aria, bisogna quindi calcolare bene i tempi affinché si indurisca correttamente; bisogna inoltre dosare bene il prodotto per ottenere la giusta consistenza, vediamo come!

Conoscere il prodotto e creare la ricostruzione unghie perfetta

La consistenza dell’acrilico è la prima cosa che dobbiamo conoscere per applicare correttamente questo prodotto. 

Anzitutto parliamo della sua composizione: è un prodotto che nasce dalla reazione chimica tra un composto di monomeri liquidi e un insieme di polimeri in polvere; proprio questi ultimi sono responsabili della reazione chimica in quanto possono contenere additivi e sono gli attivatori di calore. Per questo motivo la polimerizzazione avviene naturalmente dalla combinazione di questi prodotti, senza l’utilizzo di una lampada UV o LED.

n.b. Anche il dosaggio del liquido nel pennello è importante, non deve rimanere infatti troppo liquido monomero tra le setole altrimenti il prodotto non si applicherà correttamente.

ricostruzione unghie in acrilico
Acrilico Unghie: come creare la struttura più resistente

La consistenza dell’acrilico è quindi il risultato dell’equilibrio tra monomeri e polimeri, vediamo quali risultati possiamo osservare dalla loro combinazione: 

  • Consistenza troppo solida: può risultare più resistente ma a causa della minor adesione all’unghia si spezza più facilmente. Per capire se è troppo solida posiziona una pallina di prodotto sulla tip e osservala: se mantiene la sua forma invariata, ha un aspetto grumoso ed è difficile da controllare allora non è della consistenza giusta.
  • Consistenza troppo liquida: ha una durata inferiore e può provocare reazioni allergiche. Osservando la pallina di prodotto sulla tip vedrai che si scioglierà rapidamente o cambierà forma, potresti inoltre osservare la formazione di un anello liquido intorno alla pallina oppure la colatura del prodotto intorno al corpo ungueale.
  • Consistenza ideale: la pallina si adagia lentamente e mantiene una forma a cupola, complessivamente non riduce il suo volume oltre ¼ rispetto alla sua altezza originale; il liquido si mantiene dentro la pallina ed è facile da controllare. Se è questa la consistenza che osservi nel prodotto che hai preparato per eseguire la ricostruzione unghie in acrilico sei pronta a procedere!

Acrilico unghie: come si usa

Preparazione dell’unghia

  • Iniziamo il trattamento preparando adeguatamente l’unghia:
  • Dopo aver igienizzato le mani elimina eventuali residui di smalto con il Polish Remover, solvente senza acetone;
  • Ammorbidisci le cuticole con il Cuticle Remover e spingile delicatamente indietro con uno Spingicuticole a punta concava;
  • Con la Lima Oro Gamax grana 240/240 opacizza delicatamente la superficie delle unghie ed elimina la lunghezza del margine distale libero dando una forma ovale;
  • Utilizza il Nail Cleaner;
  • A questo punto inserisci la cartina unghie e applica il Fast Prep per deidratare l’unghia: l’umidità è infatti la principale responsabile dei sollevamenti o di possibili infezioni, questo passaggio è quindi molto importante;
  • Applica poi il Primer su tutta l’unghia oppure il mediatore di aderenza senza acido Fast Bonder.
  • A questo punto scegli il tipo di ricostruzione che desideri realizzare: l’allungamento con colore o il french con muretto.
acrilico per unghie
French realizzato con acrilico

Creazione della struttura: ricostruzione unghie acrilico (allungamento con colore)

  • Per creare un allungamento trasparente utilizza il monomero unghie Gamax Monoblu (liquido) e il polimero Polyclear (polvere). Intingi il pennello per acrilico Kolinsky misura 10 nel monomero, poi, con il pennello bagnato, raccogli la giusta quantità di polvere. Prima di posizionarla sull’unghia aspetta almeno tre secondi, questo darà alla pallina il tempo necessario per riempirsi di liquido;
  • Posiziona la pallina sul margine distale libero e inizia a creare la lunghezza seguendo le tracce della cartina. Sono necessarie tre palline per creare tutta la struttura dell’unghia; 
  • Con la lima Zebra smile grana 100/150 crea la forma desiderata e spolvera con il pennello per polvere Kabuki. Completa il lavoro di limatura con la lima Magnum Sponge grana 100/180;
  • Applica il tuo colore preferito di Fast Delight o Color Gel e sigilla con il Diamond.

Creazione della struttura: ricostruzione unghie acrilico (french con muretto)

  • Crea il corpo ungueale con il Monoblu (liquido) e il Polypink cover (polvere). Intingi il pennello per acrilico misura 10 nel monomero raccogliendo la giusta quantità di liquido, più liquido rimarrà nel pennello più grande sarà la pallina, al contrario, meno liquido rimarrà nel pennello più piccola sarà la pallina. La quantità di liquidi determina anche la fluidità e densità della pallina;
Polyclear
  • Con il pennello bagnato di monomero, raccogli la giusta quantità di polvere;
  • Posiziona la pallina sull’unghia per creare il corpo ungueale desiderato; serviranno due palline di Polypink Cover (polvere). Applica una terza pallina partendo dalle cuticole e copri tutta la struttura creata con Polypink Cover. In questo modo darai il giusto spessore alla struttura;
  • Una volta creato il corpo ungueale, con la lima Zebra smile grana 150/150 definiamo il bordo della struttura. Utlizza il Polywhite per creare il French. Posiziona la pallina di Polywhite in modo da creare una specie di ‘cornetto’ intorno al muretto e poi scendi giù creando la lunghezza del French;
  • Con la lima Zebra smile grana 150/150 crea la forma desiderata e spolvera con il pennello per polvere. Completa il lavoro di limatura con la lima Magnum Sponge grana 100/180;
  • Sigilla con il UV Top Coat.

Rimozione Acrilico

Come abbiamo visto, l’acrilico è un composto particolarmente resistente, per rimuovere quindi una struttura in acrilico è necessario l’utilizzo di una fresa, in particolare la Fresa micromotore in carburo cilindrica a croce grana fina

punta fresa
Fresa in carburo

Per eseguire una rimozione completa:

  • Rimuovere buona parte della struttura con l’ausilio della fresa;
  • Procedere con un impacco: utilizzare i Fast Delight Wraps, delle faldine di alta qualità che imbevute nel Fast Remover andranno a facilitare il distacco del colore dall’unghia naturale. Tempo di posa 20 minuti;
  • Terminare la rimozione con la Lima magnum 100/180. Iniziare con la grana 100 e quando la struttura si assottiglia terminare con la grana 180.

Se invece devi fare solo un refill non è necessario utilizzare il solvente, puoi ritoccare la struttura con la fresa e procedere con la ricostruzione. 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Digita il testo e premi il tasto invio per effettuare una ricerca