Dry Manicure o Manicure Russa: che cos’è e come si fa

La Dry manicure, conosciuta anche come Manicure a secco oppure Manicure Russa, è un trattamento propedeutico all’applicazione di smalti semipermanenti, in gel o acrygel. Il nome “a secco” suggerisce la particolarità di questo trattamento: a differenza della classica manicure che prevede l’utilizzo di acqua come nel maniluvio, in questo caso l’intero processo si svolge senza avvalersi di sostanze oleose o liquide in generale. È vero che i trattamenti che prevedono l’utilizzo dell’acqua hanno un effetto emolliente e benefico per le nostre mani; tuttavia, l’acqua è nemica degli smalti e ne peggiora le prestazioni. Inoltre, mettendo le cuticole a bagno il rischio che rimangano ancorate alla superficie compromettendo quindi l’applicazione dello smalto è maggiore.

dry manicure
Realizzazione di un trattamento Dry Manicure

Vantaggi e svantaggi

La prima importantissima premessa è che la manicure con fresa deve essere eseguita solo e soltanto da professionisti del settore. Da persone quindi che hanno frequentato corsi di formazione e sono in possesso del diploma da estetista. Ci teniamo a sottolineare l’importanza di questo aspetto perché si tratta di utilizzare strumenti professionali sulle mani delle clienti, bisogna quindi avere piena consapevolezza delle tecniche e degli strumenti che si utilizzano.  In particolare, specifichiamo che per quanto i tutorial disponibili sul web siano (a volte) anche esaustivi sull’argomento trattato, non sostituiscono un’adeguata formazione professionale.

Detto questo, si consiglia di eseguire la Dry manicure prima di procedere con i trattamenti di ricostruzione e di applicazione semipermanente. Dato che la superficie ungueale è infatti porosa, è necessario levigarla bene affinché gli smalti semipermanenti, in gel o in acrygel che siano possano fare aderenza all’unghia e durare nel tempo.

Trattandosi di un trattamento molto delicato va eseguito solo e soltanto su unghie e cuticole sane; se infatti il girocuticola è affetto da infiammazioni o da lesioni è sconsigliato procedere con la dry manicure in quanto le elevate probabilità di causare un ulteriore stress o provocare infezioni sono un fattore da considerare molto seriamente. 


Fresa per Dry Manicure: quale scegliere?

La punta fresa dry manicure che consigliamo è quella diamantata in quanto è un materiale particolarmente resistente in grado di trattare anche le zone più delicate in maniera sicura e precisa. Se ti interessa una piccola guida sulle punte per fresa qui trovi il nostro articolo. 

Altrettanto importante per un risultato senza imperfezioni, e per un trattamento senza alcun imprevisto, è la scelta del micromotore. Questo determina infatti la capacità della fresa, il numero dei giri, l’eventuale surriscaldamento… ecco perché scegliere un micromotore di qualità farà la differenza.  Noi consigliamo il Micromotore unghie Marathon Champion III.

fresa micromotore dry manicure
Micromotore unghie Marathon Champion III

Check-list degli strumenti necessari

Vediamo di cosa dobbiamo fornirci prima di iniziare il trattamento di manicure a secco:

  1. Igienizzante
  2. Guanti monouso
  3. Spingicuticole punta doppia concava
  4. Micromotore e kit di punte per fresa
    1. punta in diamante conica a grana media
    2. punta in diamante tonda a grana fina
  5. Forbicina punta sottile e curva
  6. Pennello morbido Kabuki

Dry Manicure: tutti i passaggi


  • Cominciamo la Dry manicure disinfettando le mani con l’apposito igienizzante. Per quanto possa sembrare ovvio ci teniamo a specificare che gli strumenti devono essere sterilizzati al termine di ogni trattamento e che l’igiene è una condizione imprescindibile. Dato infatti che si va a intervenire su cuticole e valli laterali con strumenti meccanici è possibile che in casi di particolare sensibilità la manicure possa causare piccole lesioni, dunque la sterilizzazione è essenziale.
igienizzante per dry manicure
Igienizzante Spray
  • Qualora fosse necessario rimuovere la precedente ricostruzione in gel o acrygel procedere con la Fresa micromotore in carburo conica stondata a grana media. Levigare bene la superficie fino a rimuovere il prodotto e concludere la rimozione con la Lima per unghie Zebra smile.
fresa manicure russa
Rimozione della struttura precedente


  • Con lo Spingicuticole punta doppia concava spingere le cuticole, questo passaggio è fondamentale per preparare la zona e liberare la lamina ungueale dalle cuticole in eccesso.
  • A questo punto procedere con l’utilizzo della fresa: come abbiamo precedentemente spiegato, per il trattamento a secco sono consigliate le punte diamantate. La prima da cosa fare è quindi sollevare le cuticole e pulire i valli laterali; per farlo è necessario inserire la punta in diamante conica grana media nella fresa e lavorare con cura il contorno della lamina ungueale. Questo passaggio ti permetterà di spingere bene le cuticole, di rimuovere ulteriore prodotto in eccesso e di levigare bene il corpo ungueale in modo da ottenere un effetto opaco e uniforme. È molto importate impostare i giri della fresa al minimo per evitare di creare dislivelli nell’unghia. Consigliamo inoltre di non ripassare più volte sulla stessa porzione di unghia, soprattutto se la pelle è molto sensibile. Il risultato deve essere una superficie ben levigata.

Attenzione a non esagerare con la pressione della fresa, è un trattamento delicato che va eseguito solo se si conoscono bene sia la tecnica sia gli strumenti. Utilizzare il Pennello morbido Kabuki per rimuovere l’eccesso di polvere della limatura e pulire interamente la zona trattata. 

pennello pulizia residui manicure
Pennello morbido Kabuki


  • Cambiare la punta e inserire nel manipolo la punta in diamante tonda: procedere con la lavorazione del giro-cuticola. Questo passaggio è importante per ottenere un contorno ben delineato che non solo assicurerà un effetto finale preciso e pulito ma ritarderà anche l’effetto ricrescita. Anche in questo caso rimuovere gli eccessi di polvere della limatura con il pennello morbido Kabuki.
  • Per rimuovere i residui di limatura dalle insenature delle punte per fresa consigliamo l’utilizzo della spazzola metallica per micromotore.
  • Prima di passare alla fase di applicazione del gel o dello smalto semipermanente consigliamo di spingere nuovamente le cuticole: questo ti permetterà di applicare il trattamento fin dalla base dell’unghia ottenendo un risultato davvero senza imperfezioni e che soprattutto sarà più duraturo nel tempo rimandando così l’effetto ricrescita.
  • Al termine della ricostruzione, ci si può avvalere della punta fresa micromotore in carburo incrociata grana grossa per levigare assottigliare la ricostruzione agendo da sotto l’unghia.

Come hai visto è previsto l’utilizzo di varie punte per fresa, noi abbiamo selezionato quelle più performanti per questo tipo di trattamento. Ci sono delle punte alternative che assolvono allo stesso scopo ma il nostro consiglio è di utilizzare i prodotti precedentemente elencati che ti garantiscono una soluzione immediata e un risultato professionale.

Se ti interessa approfondire anche come si esegue il trattamento di Dry pedicure abbiamo l’articolo che fa al tuo caso.

Se la tua Manicure Russa è stata eseguita correttamente, seguendo i passaggi da noi suggeriti in questo articolo, ecco il risultato finale che si può ottenere:

manicure russa
Manicure Russa: effetto finale

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Digita il testo e premi il tasto invio per effettuare una ricerca