Rapporto con le clienti? Diventa un’onicotecnica perfetta.

Il rapporto con le clienti è la croce e la delizia di questa professione.

Sei un’onicotecnica con i fiocchi: hai frequentato il corso più prestigioso esistente, sei diventata bravissima nelle forme, riesci a lavorare sprecando pochissimo prodotto.

Hai comprato la linea di prodotti migliore in circolazione, il tuo centro estetico è così bello da sembrare appena uscito da una rivista dalle pagine patinate di una rivista, ma con le tue clienti come ti comporti?

In una professione delicata come quella dell’onicotecnica che tiene letteralmente le mani della cliente tra le sue è davvero importante creare una sintonia mentale. Il gesto di prendere per mano qualcuno è davvero intimo e profondo, lo si fa di solito con qualcuno con cui si ha un legame come segno d’affetto, di sostegno, di supporto.

Una cliente che affida le proprie mani alle tue ha fatto un atto di fiducia che devi immensamente ricambiare. Come?

Partendo dalla presa dell’appuntamento.

Come prendere correttamente l’appuntamento?

I tempi di ogni trattamento vanno misurati con cura, con il tempo imparerete a conoscere ogni vostra cliente e sarete pronte a prevedere ogni tipo di richiesta che vi potrebbe arrivare da parte loro: dal ricostruire la Torre Eiffel in acrilico sull’anulare, al disegnare la Gioconda in micropittura sull’indice al semplice smalto semipermanente. Chiedete sempre con cura “che tipo di Nail Art vuoi che ti venga realizzata?” in modo da essere preparate sui tempi di esecuzione e non lasciar accavallare gli appuntamenti. Una cliente che aspetta a lungo in attesa è una cliente insoddisfatta che pensa che avrebbe potuto impiegare meglio il suo tempo.

Consiglio: stimate sempre un po’ di tempo in più in modo che male che vada e avete 5 minuti di tempo in più per scattare una bella foto del vostro lavoro e postarla sui vostri canali social.

Migliorare il rapporto con le clienti? Offrile da bere!

Ok, l’appuntamento è stato preso, la cliente arriva nei tempi giusti come la accogliete? Invitatela a togliersi il soprabito e a lasciarvi la borsa e accompagnatela alla postazione che le avete assegnato. A questo punto offritele una bevanda calda, un thè o un caffè, o piccola chicca che vi consigliamo preparate delle acque detox. A seconda della stagione in cui vi trovate preparate acque aromatizzate a base di frutta, ognuna con diverse proprietà benefiche. Un must per l’inverno è l’acqua a base di zenzero e limone, mentre per l’estate invece imperdibile è anguria e menta.

Non dimenticate mai di chiedere alla cliente come sta e come si sente e se lo ritenete opportuno iniziate ad appuntare tutto su un piccolo block notes, prima del prossimo appuntamento farete un piccolo ripasso e sarete pronte a chiedere alla cliente come è andata quella visita che aspettava da tempo, come sta il figlio che abita lontano etc etc .

Una piccola attenzione che farà sentire la cliente compresa, ascoltata e super coccolata.

Capitolo a parte è quello dell’igiene.

Come rendere l’ambiente di lavoro piacevole e pulito?

Fate in modo che la vostra cliente percepisca che nel vostro salone regnino sovrani l’igiene e la pulizia.

Utilizzate i prodotti appositi per la pulizia del vostro locale come Mikrozid e Gigasept e sterilizzate tutti gli strumenti in autoclave. Arrivare alla postazione con gli strumenti igienizzati e imbustati darà alla cliente una percezione di pulizia e igiene assoluto.

Busta Sigillante Autoclave Piccola

Prima di iniziare il trattamento spruzzate sempre un po’ del nostro igienizzante per iniziare a lavorare in tutta tranquillità e sicurezza.

E a fine trattamento dopo aver fatto lavare le mani alla cliente utilizzare igienizzante.

Un’altro piccolo consiglio è quello di rendere l’ambiente di lavoro super profumato che è un must del marketing sensoriale. Gli odori vengono recepiti da ricettori diversi che immagazzinano meglio i ricordi, un buon profumo ci fa pensare a qualcosa di bello. La cliente si sente totalmente avvolta in qualcosa di buono che le genera sensazioni positivi e ovviamente ha l’impulso di ripetere l’esperienza e passarvi a trovare più volte.

L’arma segreta: il sorriso.

Tutto ciò che finora abbiamo elencato perde completamente di senso se non è arricchito da una cosa fondamentale: il vostro sorriso.

Il sorriso nel lavoro di un’onicotecnica è come il sale in una ricetta: avete potuto preparare il piatto più delizioso del mondo ma se è sciapo avete fatto una fatica inutile, così anche se il vostro salone è bellissimo e i vostri lavori impeccabili ma accogliete le clienti con freddezza sono poche quelle che sceglieranno di tornare.

Deve essere la vostra arma vincente contro le giornate no, un’ancora a cui le clienti possano aggrapparsi nel loro momento di relax, un punto fermo ed immancabile. Anche quando è difficile e piuttosto preferireste urlare non dovete mai smettere di sorridere e ricordarvi che fate un lavoro bellissimo aiutando le altre a sentirsi belle.

Insomma il rapporto con le clienti è una vera e propria storia d’amore in cui il corteggiamento non deve mai avere fine. Bisogna stare attenti ad ogni dettaglio dalla bellezza della location, alla puntualità dell’appuntamento, al senso di igiene e pulizia. Ricordando sempre che sono i dettagli a fare la differenza.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Digita il testo e premi il tasto invio per effettuare una ricerca